Per non perderti gli articoli che verranno pubblicati, iscriviti via email!

L’obesità è in aumento nella società di oggi, non c’è da stupirsi perché così tante persone vogliono perdere peso. Ma qual è il prezzo che sono disposti a pagare? La maggior parte delle persone pensa che una buona dieta possa ridurre rapidamente il proprio peso, ma è così? La perdita di peso è più di un semplice numero su una bilancia e se vuoi risultati e un corpo più sano, c’è qualcos’altro a cui devi prestare attenzione: il tuo metabolismo e il tuo stile di vita da qui in avanti.

Una parola difficile, metabolismo

Quindi, cos’è il metabolismo? Questa semplice parola copre molti eventi e processi interni che il tuo corpo fa ogni giorno. Il tuo metabolismo è il modo in cui i composti chimici si comportano all’interno del tuo corpo e un tipo speciale di metabolismo è quello dell’energia. Il metabolismo energetico determina il modo in cui gestisci lo zucchero, quando inizi a bruciare i grassi e determina quanto sei forte, attivo e resistente. Questo è il motivo per cui alcune persone parlano del metabolismo lento quando è più difficile perdere peso e del metabolismo veloce nel caso opposto.

Secondo una recensione di Nature, quando le persone cercano di perdere peso usando diete restrittive come la dieta cheto, il loro metabolismo inizia a bruciare energia dai grassi. Dopo un po ‘, il loro metabolismo rivolge invece l’attenzione ai carboidrati. Quindi, poiché sta improvvisamente mostrando la preferenza a bruciare carboidrati, il grasso di ricambio viene immagazzinato nelle loro scorte. Dopodiché, poiché la dieta cheto è molto difficile da sostenere, le persone tendono a smettere di seguire una dieta e il recupero del peso inizia più velocemente che mai perché il loro metabolismo ha già fatto il passaggio. L’unica cosa per evitare tale effetto di rimbalzo sarebbe attraverso l’attività fisica e le limitazioni sui macronutrienti.

Inoltre, ci sono molte persone che combinano le diete cheto con allenamenti cardio ad alta intensità. Le diete cheto sono costituite da livelli molto bassi di carboidrati e alto consumo di grassi sani. Sono considerati efficaci per la perdita di peso e hanno dimostrato di ridurre la fame nei loro utenti. Tuttavia, non consumare abbastanza carboidrati e dare al tuo corpo un sacco di allenamento cardio comporta solo una cosa, e cioè la perdita muscolare. Poiché il tuo corpo non ha una rapida fonte di energia, si rivolge ai tuoi muscoli, li scompone e ottiene energia dalle loro proteine. A lungo termine, questo rallenterebbe ulteriormente il metabolismo perché, meno muscoli hai, meno energia sarai in grado di bruciare.

Diete cheto e resistenza all’insulina

Un altro grosso problema delle diete chetogeniche è che vi sono controversie sullo sviluppo della resistenza all’insulina a seguito di questo regime restrittivo. Ci sono molti studi, sia nei topi che nell’uomo, che dimostrano che questo tipo di dieta può causare problemi di sensibilità all’insulina. L’insulina è un ormone importante per il tuo metabolismo, determina il modo in cui il tuo corpo utilizzerà lo zucchero perché aiuta sostanzialmente le cellule a interiorizzare e trasformare lo zucchero in energia. Quindi, l’insulina è la causa della comparsa di glicemia alta e diabete di tipo 2.

Le diete cheto e qualsiasi altra dieta povera di carboidrati e ricca di grassi può potenzialmente alterare il modo in cui il tuo organismo risponde all’insulina. Le cellule del fegato e dei muscoli diventano meno sensibili all’insulina, in un processo chiamato insulino-resistenza, che alcune persone chiamano anche stato pre-diabetico. Ma come succede?

È un dato di fatto, e gli scienziati hanno capito più di 40 anni fa che il grasso può causare insulino-resistenza. Quando gli acidi grassi si accumulano nel tessuto del fegato e dei muscoli, il recettore dell’insulina nelle cellule viene bloccato da un enzima chiamato proteina chinasi C. Poiché il recettore dell’insulina è bloccato, le cellule non rispondono più all’insulina e lo zucchero inizia ad accumularsi il sangue. Non c’è da stupirsi perché la steatosi epatica sia collegata al diabete di tipo 2.

Ora che sappiamo che l’accumulo di grasso può provocare insulino-resistenza, cosa possiamo dire delle diete cheto? Sono diete ricche di grassi che gradualmente dicono al tuo corpo che dovrebbe prima bruciare i carboidrati, causando così un accumulo di grasso a lungo termine. Non sarà difficile concludere che questo tipo di regime restrittivo finirebbe probabilmente con l’insulino-resistenza. E per di più, non è solo teoria, ci sono molti studi sull’argomento.

Uno studio condotto presso l’Università di Amsterdam ha riferito che le persone che hanno utilizzato diete povere di carboidrati e ad alto contenuto di grassi, come nel caso delle diete cheto, avevano livelli di zucchero nel sangue più elevati anche quando l’insulina era già aumentata. Al contrario, le persone che seguono diete convenzionali hanno avuto una normale risposta all’insulina, e quindi la loro glicemia non era così elevata. Gli autori hanno spiegato che le diete ricche di grassi hanno causato un aumento della concentrazione di acidi grassi che ha soppresso il normale segnale che l’insulina dà al corpo di interrompere la produzione di glucosio endogeno.

Riassumendo, diete cheto e simili diete ricche di grassi possono causare un accumulo di lipidi nel sangue e nei tessuti. Gli acidi grassi attivano gli enzimi e bloccano il recettore dell’insulina. Di conseguenza, il glucosio inizia ad accumularsi nel sangue e, inoltre, il corpo non riceve il segnale per interrompere la produzione di glucosio endogeno. Il risultato finale è preoccupante: steatosi epatica e diabete di tipo 2. E anche se questo non è successo a te, sei sicuro di voler tirare i dadi e correre il rischio?

Quindi, rivediamo la nostra opinione in materia. Una buona dieta fornisce risultati rapidi? Non necessariamente. Il miglior tipo di dieta è quello che puoi facilmente incorporare nella tua vita per sempre, uno con cui ti sentirai a tuo agio. Potresti perdere peso con le diete cheto, potresti avere meno fame, ma cosa sta succedendo con il tuo metabolismo? Le diete cheto sono state progettate per malattie renali croniche, epilessia e altri problemi neurologici, non per la perdita di peso. Quindi, prima di iniziare qualsiasi regime restrittivo, parla con il tuo medico, dietista o nutrizionista clinico.

Vuoi saperne di più sul coaching online? Come funziona? Avere qualche recensione da chi lo ha già provato? – CLICCA QUI

Scarica Gratuitamente la mia scheda di 4 settimane per mantenerti in forma in vacanza!

Scarica Gratuitamente il mio calcolatore di macros personalizzato!

Obesity is on the rise in today’s society, no wonder why so many people want to lose weight. But what’s the price they are willing to pay? Most people think a good diet is one that would bring down their weight numbers quickly, but is that so? Weight loss is more than just numbers on a scale, and if you want results and a healthier body, there’s something else you need to pay attention to: your metabolism.

A tricky word, metabolism

So, what is metabolism? This simple word covers many events and internal processes your body does every day. Your metabolism is the way chemical compounds behave inside your body, and one special type of metabolism is that of energy. Energy metabolism dictates how you handle sugar, when do you start burning fat, and determines how strong, active and resistant you are. This is why some people talk about slow metabolism when it’s harder to lose weight, and fast metabolism in the opposite case.

According to a review by Nature, when people try to lose weight using restrictive diets such as keto diet, their metabolism starts burning energy from fat. After a while, their metabolism turns the attention to carbohydrates instead. So, since it’s suddenly showing preference to burn carbohydrates, the spare fat is stored in their belly. After that, and since keto diet is very difficult to sustain, people tend to stop dieting and weight regain starts, faster than ever because their metabolism has already made the switch. The only thing to avoid such rebound effect would be through physical activity and macronutrient regulations.

What’s more, there’s many people who combine keto diets with high-intensity cardio workouts. Keto diets consist of very low levels of carbohydrates and high consumption of healthy fats. They are considered to be efficacious for weight loss and have been proven to reduce hunger in their users. However, not consuming enough carbohydrates and giving your body a lot of cardio workout only results in one thing, and that is muscle loss. Since your body doesn’t have a rapid source of energy, it turns to your muscles, breaks them down, and obtain energy from their proteins. On the long run, this would further slow down your metabolism because, the less muscle you have, the less energy you will be able to burn.

Keto diets and insulin resistance

Another big problem about ketogenic diets is that there is controversy about the development of insulin resistance as a result of this restrictive regime. There are many studies, both in mice and humans, showing that this type of diet can result in insulin sensitivity problems. Insulin is an important hormone for your metabolism, it dictates how your body will use sugar because it basically helps your cells internalize and process sugar into energy. So, insulin is the one to blame for the appearance of high blood sugar and type 2 diabetes.

Keto diets, and any other low-carbohydrate, high-fat diet can potentially alter the way your organism responds to insulin. The cells in the liver and muscles become less sensitive to insulin, in a process called insulin resistance, which some people also call pre-diabetic state. But how does that happen?

It’s a solid fact, and scientists realized more than 40 years ago that fat can cause insulin resistance. When fatty acids are accumulated in the tissue of the liver and the muscle, the insulin receptor in the cells gets blocked by an enzyme called protein kinase C. Since insulin receptor is blocked, the cells no longer respond to insulin and the sugar starts accumulating in the blood. No wonder why hepatic steatosis is linked to type 2 diabetes.

Now that we know fat accumulation can result in insulin resistance, what can we say about keto diets? They are high-fat diets that gradually tells your body it should burn carbohydrates first, thus causing spare fat accumulation on the long run. It won’t be hard to conclude that this type of restrictive regime would likely end up in insulin resistance. And what’s more, it’s not only theory, there are many studies on the subject.

A study performed in the University of Amsterdam reported that people who used low-carb, high-fat diets –as in the case of keto diets- had higher blood sugar even when insulin was already increased. In contrast, people following conventional diets had a normal response to insulin, and thus their blood glucose was not so elevated. The authors explained that high-fat diets caused an increase in fatty acid concentration that suppressed the normal signal insulin gives the body to stop producing endogenous glucose.

Summarizing, keto diets and similar high-fat diets can cause an accumulation of lipids in the blood and tissues. Fatty acids trigger enzymes and block the insulin receptor. As a result, glucose starts to accumulate in the blood, and what’s more the body does not receive the signal to stop producing endogenous glucose. The final outcome worrying: hepatic steatosis and type 2 diabetes. And even if that didn’t happen to your neighbor, are you sure you want to roll the dice and take the risk?

So, let’s revise our understanding on the subject. A good diet is one providing fast results? Not necessarily. The best type of diet is one you can easily incorporate in your life for good, one you will feel comfortable with. You may lose weight with keto diets, you may feel less hungry, but what’s happening with your metabolism? Keto diets were designed for chronic kidney disease, epilepsy and other neurological problems, not for weight loss. So, before starting any restrictive regime talk to your doctor, dietitian or clinical nutritionist.

written by Riccardo Alessandro Migliorini

Want to learn more about online coaching? How does it work? Have any reviews from those who have already tried it? – CLICK HERE

Free download my 4-week card to keep fit on vacation!

Free download my personalized macros calculator!

References:

Greenway, F. L. (2015). Physiological adaptations to weight loss and factors favouring weight regain. International journal of obesity39(8), 1188.

Jornayvaz, F. R., Jurczak, M. J., Lee, H. Y., Birkenfeld, A. L., Frederick, D. W., Zhang, D., … & Shulman, G. I. (2010). A high-fat, ketogenic diet causes hepatic insulin resistance in mice, despite increasing energy expenditure and preventing weight gain. American Journal of Physiology-Endocrinology and Metabolism299(5), E808-E815.

Johannsen, D. L., Knuth, N. D., Huizenga, R., Rood, J. C., Ravussin, E., & Hall, K. D. (2012). Metabolic slowing with massive weight loss despite preservation of fat-free mass. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism97(7), 2489-2496.

Samuel, V. T., Petersen, K. F., & Shulman, G. I. (2010). Lipid-induced insulin resistance: unravelling the mechanism. The Lancet375(9733), 2267-2277.

Bisschop, P. H., de Metz, J., Ackermans, M. T., Endert, E., Pijl, H., Kuipers, F., … & Romijn, J. A. (2001). Dietary fat content alters insulin-mediated glucose metabolism in healthy men–. The American journal of clinical nutrition73(3), 554-559.


https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=UA-136868692-1

window.dataLayer = window.dataLayer || [];
function gtag(){dataLayer.push(arguments);}
gtag(‘js’, new Date());

gtag(‘config’, ‘UA-136868692-1’);

No responses yet

Traduttore Automatico
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 478 altri iscritti

🇺🇸 NASM & PN1 🇨🇦 – National Academy of Sports Medicine Certified Personal Trainer & Level1 Precision Nutrition Coach 🇮🇹 Coni/Ereps 🇪🇺

Schedule
https://calendly.com/rclxmg
Maggio: 2018
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Hours & Info

I contenuti qui presenti dei quali è autore il proprietario del blog rclxmg.fit. NON possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente. Copyright © 2016 www.rclxmg.fit. All rights reserved

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: